PB Tankers delistato da OFAC

PB Tankers delistata da OFAC

PB Tankers delistato da OFAC

Comunicato da parte di PB Tankers 

Roma, 4 luglio , 2019

Con sollievo e soddisfazione annunciamo che il 3 luglio 2019 l’OFAC (Office of Foreign Asset Control) del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, ha delistato PB Tankers SpA e le sue sei navi (Gold Point, Ice Point, Indian Point, Iron Point, Silver Point e Alba Marina Floating Storage), dalla blacklist di cui erano entrati a far parte ad effetto delle sanzioni inerenti il Venezuela. A seguito del delisting, tutte le proprietà e i relativi interessi, che erano stati bloccati a causa della sanzione, sono stati ufficialmente sbloccati, così come tutte le transazioni che coinvolgono la Società e le sue navi, non sono più proibite. 

Dopo novanta giorni la nostra azienda ha finalmente trovato giustizia in uno dei più rapidi processi di delisting della recente storia dell’OFAC. Il nostro rispetto delle leggi e il nostro costante impegno verso politiche e procedure di conformità alle regole, così come il supporto delle Istituzioni italiane e la qualità delle informazioni da noi fornite in relazione al presunto coinvolgimento con il Venezuela, sono i fattori chiave che hanno permesso la risoluzione del caso in tempi record.

Per oltre cento anni, la prerogativa rispetto il lavoro di PB Tankers nel trasporto via mare è stata la vigile osservanza delle leggi che regolano il complesso e ampio mondo del mercato marittimo. Ciò che è accaduto nelle acque venezuelane è stato, da subito, motivo di grande preoccupazione e rammarico, ma non ci ha impedito di rafforzare la nostra volontà di dimostrare la forte etica e il rispetto delle regole che contraddistinguono il marchio sulla nostra flotta. La notizia, condivisa all’unanimità dal mondo dei trasporti marittimi, ha mostrato ancora una volta il supporto del mercato nazionale e internazionale alla nostra realtà, una realtà che fa della trasparenza e dell’osservanza il suo modus operandi.

Desideriamo ringraziare le Istituzioni italiane, in particolare l’Ambasciata d’Italia a Washington per il supporto, insieme ai consulenti professionali Hill Dickinson di Londra (Julian Clark e Siiri Duddington) e Blank Rome di Washington DC (Matthew J. Thomas), per l’aiuto nella risoluzione di questa inaspettata e sfortunata situazione.

Tutta la flotta di PB Tankers è rimasta sempre completamente equipaggiata ed è già pronta a riprendere il trading. 

Siamo pronti a tornare sul mercato e desideriamo ringraziare i nostri equipaggi, i nostri clienti e  partner commerciali per la loro pazienza e comprensione in questo periodo molto difficile.

Join our Newsletter

We'll send you newsletters with news, tips & tricks. No spams here.

Contact Us

We'll send you newsletters with news, tips & tricks. No spams here.